La mia esperienza di acquisto di una Canyon MTB

Premessa:

Dopo oltre 7 anni di fedeltà alla mia MTB GT Full Suspended ho deciso di prendere una MTB Hardtail, visto che ultimamente faccio moltissima salita e mi piacciono molto i percorsi da Cross Country. Dopo un po’ di ricerche online e varie domande poste agli amici ho approfittato dei saldi estivi e ho deciso di acquistare una Canyon Exceed CF SL 6.9, un modello che si può acquistare esclusivamente online, e volevo condividere con voi la mia esperienza, sia sui punti positivi che negativi.

La Canyon è una marca tedesca che vende solo online, in Italia è presente un centro assistenza/officina a Sommacampagna (VR), ma non è possibile visionare i loro prodotti (a meno che non vogliate andare in Germania, a Koblenz) e dovrete fare tutto online. Nonostante questa situazione non sia abituale nel settore delle biciclette, i riconoscimenti ottenuti dalla Canyon, in termini di qualità del prodotto, mi hanno convinto a provare uno dei loro modelli.

Iniziamo dal sito online della Canyon, è molto ben fatto e dettagliato, le specifiche di ogni modello sono molto chiare e curate, anche se le immagini scarseggiano un po’, inoltre il supporto all’acquisto è un po’ carente e il servizio di assistenza via chat è spessissimo assente e ho dovuto tornare sul sito più volte per trovare qualcuno che rispondesse alle mie domande iniziali.

Alla fine comunque mi sono convinto, grazie anche alle varie recensioni positive che ho trovato online,  e ho deciso di acquistare tramite bonifico, e dopo una settimana esatta ho ricevuto il tanto atteso pacco:

Pacco ricevuto dalla Canyon - fronte

Pacco - Retro

 

Il contenuto del pacco

All’interno del pacco, separati tramite dei separatori paracolpi, troverete:

  • il telaio, con la ruota posteriore già assemblata
  • il manubrio, con freni, leve del cambio e blocco forcella al manubrio già collegati e montati
  • la sella, già montata sul tubo
  • la ruota posteriore, con perno passante separato

Inoltre la confezione presenta al suo interno anche:

  • il manuale di montaggio e manutenzione in tutte le lingue
  •  una chiave dinamometrica (per serrare le viti al giusto valore di coppia, fondamentale per non rovinare il carbonio)
  • un set di catarifrangenti
  • una confezione di pasta grippante per montare i componenti in carbonio
  • pompa per il gonfiaggio delle sospensioni
  • varie viti
  • manuali/garanzie dei diversi componenti

Componenti da montare, contenuto del pacco

(Contenuto completo del pacco, da montare)

 

Separatori

(i paracolpi che separano gli elementi del telaio, da conservare assieme al pacco se servisse rispedire la bicicletta alla Canyon)

Dinamometro

(Dinamometro per serraggio viti sul telaio in carbonio)

 

Il Montaggio dei componenti

Dopo un iniziale panico, visto che non sono un meccanico e le mie competenze si fermano al cambio di una gomma e poco più, mi sono messo a leggere il manuale e, a parte qualche punto un po’ oscuro, l’assemblaggio è risultato facile e abbastanza veloce.

  1. inserimento della sella, utilizzando la pasta grippante e serrando con il dinamometro
  2. inserimento della ruota anteriore con l’apposito perno
  3. inserimento del manubrio nella sua staffa, utilizzando la crema e serrando con il dinamometro
  4. verificare delle varie viti
  5. montaggio dei pedali (da acquistare a parte)

Ricordatevi di estrarre il separatore delle pinze prima di montare la ruota anteriore (e di evitare di serrare il freno anteriore prima di aver correttamente montato la ruota

Separatore delle pinze dei freni

(togliere il separatore di plastica prima di montare la ruota)

In totale dopo un’ora circa la bicicletta era funzionante (anche se qualcuno più pratico ci sarebbe riuscito in meno di 15 minuti).

 

 

Problemi e difficoltà

Durante il montaggio ci sono state anche alcune note stonate:

1. Problemi al blocco della forcella sull’ammortizzatore anteriore

Il blocca forcella, che doveva essere già correttamente montato, non era funzionante. Il filo non era incastrato correttamente e la forcella non si bloccava.
Inoltre, la vite per bloccarlo era di tipologia Torx (una vite a stella di forma esagonale), ma questa tipologia di vite non era tra gli strumenti in dotazione…conseguenza: sono dovuto andare dal meccanico, appena comprata la bici, esperienza poco piacevole, ma che in un attimo si è risolta.

2. Pompetta per il gonfiaggio della sospensione

La pompetta non è di gran qualità a parere mio, infatti gonfiare correttamente la sospensione anteriore (che arriva inizialmente senza pressione per risparmiare spazio) non è stato immediato, ma dopo un po di tentativi, e dopo una paio di video su YouTube per capire la corretta regolazione (oltre a quella indicata sulla sospensione stessa) sono riuscito ad impostarla correttamente (o almeno credo).

3. Verificare il serraggio delle diverse viti

Ho trovato alcune viti non bene serrate, quindi vi consiglio di fare una verifica su ogni vite prima di partire, e se la bicicletta è in carbonio verificate le indicazioni sui valori di serraggio massimi (espresse in Nm e presenti sia sui diversi componenti del telaio, sia sul manuale)

 

Conclusioni

Nonostante qualche inconveniente (devo ammettere che il problema con il blocco della sospensione e la mancanza della chiave Torx mi aveva abbastanza infastidito) direi che il montaggio della bicicletta è stato abbastanza facile e alla portata di tutti, se avete bisogno di aiuto scrivetemi nel commenti a questo articolo, sarò ben lieto di aiutarvi.

Consiglio anche di acquistare 1 o 2 portaborracce, che non sono incluse nel pacco e di acquistare delle luci per correre di notte, oltre ai pedali, che come dicevo precedentemente non sono inclusi.

A causa di un nubifragio estivo ho potuto solo fare un brevissimo giro di prova e per ora sono abbastanza soddisfatto del mio acquisto, solo l’impianto frenante non mi è sembrato all’altezza della mia vecchia GT, ma agilità e cambio mi sono sembrati nettamente superiori. Ora sono in attesa di poterla provare sui percorsi che sono solito fare, per poter fare un confronto con la precedente MTB in mio possesso.

 

1 Commento
  1. Reply André 01/08/2017 at 10:50 am

    Canyon è sempre una garanzia! Sono gia alla terza canyon e mai un problema. Peccato solo non poterle vedere prima

Lasciaci la tua opinione

Search